NEWS > 20 giugno 2023

BEAUTY E SOSTENIBILITÀ: SFIDE, OPPORTUNITÀ E NUOVI PROGETTI PER RIDURRE L’IMPATTO AMBIENTALE DELL’INDUSTRIA COSMETICA

La sostenibilità non è più una tendenza, ma un valore da perseguire a tutti i costi. Da anni i cambiamenti climatici in atto e la necessità di ridurre l’impatto ambientale delle attività umane per preservare il pianeta guidano regolamentazioni e politiche governative, così come movimenti di massa in tutto il mondo.

La crescente sensibilità dei consumatori verso il tema della sostenibilità ha spinto la transizione green dell'industria cosmetica. Il report “Make Up The Future” redatto da Quantis, società leader di consulenza per la trasformazione sostenibile del business,  evidenzia che i processi di estrazione e di lavorazione materie prime (che impattano per il 10% sulle emissioni del settore), uso eccessivo di plastica per packaging (20%), il trasporto (10%) e la fase d’uso del prodotto (40%) sono i principali fattori che determinano il peso del settore sull’equilibrio ambientale.

La testata Forbes riporta che l'industria cosmetica genera fino a 120 miliardi di unità di imballaggi in plastica all'anno e contribuisce alla perdita di 18 milioni di acri di foresta. 

INGREDIENTI E MATERIE PRIME: IL PRIMO ANELLO DELLA CATENA PER UN APPROCCIO SOSTENIBILE

Tutti i comparti dell’industria cosmetica sono chiamati a incrementare gli investimenti in ricerca e sviluppo di nuove soluzioni per la riduzione dell’impatto ambientale. Sicuramente il settore degli ingredienti e delle materie prime gioca un ruolo strategico.

Durante l’edizione 2023 di Cosmoprof Worldwide Bologna è emerso come il comparto, protagonista della nuova area Ingredients Zone all’interno di Cosmopack, è al centro di una crescente consapevolezza sul tema della sostenibilità, alla ricerca di definizioni e regolamentazioni più efficaci rispetto a banali riferimenti a concetti come “origine naturale” tipici del cosiddetto green-washing.

La tavola rotonda  "Green Ingredients for Sustainability", condotta da ECOVIA INTELLIGENCE, ha sottolineato come oggi il mercato stia vivendo una enorme trasformazione. La maggiore attenzione del consumatore al tema, l'impatto sempre più drammatico dei cambiamenti climatici, i complicati scenari internazionali e le difficoltà nell’approvvigionamento delle materie prime e dell’aumento dei costi energetici a causa della guerra in Ucraina sono i fattori che impongono all’industria cosmetica di cercare soluzioni a difesa della biodiversità, a basso consumo energetico e con una ridotta emissione di sostanze di scarto nell’ambiente.

image BEAUTY E SOSTENIBILITÀ: SFIDE, OPPORTUNITÀ E NUOVI PROGETTI PER RIDURRE L’IMPATTO AMBIENTALE DELL’INDUSTRIA COSMETICA

LE SOLUZIONI OFFERTE DALLA BIOTECNOLOGIA

Il BioTech come nuova frontiera per il reperimento sostenibile di materie prime per l’industria cosmetica è stato oggetto del panel "The Blue Biotech Wave: innovating for ocean preservationorganizzata nell’ambito del palinsesto CosmoTalks dall'agenzia di analisi di tendenze Fashion Snoops.

La biotecnologia propone soluzioni a tutela della biodiversità del pianeta, oggi enormemente minacciata dalle attività umane, tra cui quelle dell’industria cosmetica. Estrarre materie prime da fonti vegetali non è più sostenibile per l’equilibrio del pianeta. La ricerca BioTech proposne offre innumerevoli opportunità alternative: gli oceani, per esempio, sono una delle fonti più analizzata e ancora poco sfruttata di risorse. Oggi molti brand stanno studiando i principi attivi delle alghe per lo sviluppo di prodotti cosmetici anti-invecchiamento. 

C’è ancora molta ricerca da fare, e una maggiore sinergia anche con altre industrie è fondamentale, ma sicuramente le biotecnologie possono diventare un elemento indispensabile per l’evoluzione sostenibile e la neutralità ambientale del prossimo futuro.

img preview

PACKAGING E SOSTENIBILITÀ: LA CIRCOLARITÀ A 360° È UN OBIETTIVO POSSIBILE?

Il packaging è uno degli elementi a maggior impatto ambientale dell’industria cosmetica. L’utilizzo massiccio della plastica e la crescente quantità di microplastiche disperse nel pianeta spingono i governi a emanare regolamentazioni sempre più stringenti. Tuttavia, invertire la rotta non è immediato: nella cosmetica non tutti i prodotti ad oggi possono essere riciclabili, non tutti possono essere diffusi in modalità ricaricabile, come evidenziato nella sessione CosmoTalks organizzata da QUANTIS dal titolo “Is 100% circularity of cosmetics packaging achievable?.

Oggi l’industria del packaging si sta muovendo su tre filoni di sviluppo: il recycling, il refillable e la gestione degli elementi di scarto.

Nell’ambito delle soluzioni di riciclo, l’obiettivo è ridurre la quantità di plastica vergine immessa nel pianeta. Il passaggio a packaging monomateriali è sicuramente un cambio importante per l’industria cosmetica, perché permette di introdurre nel mercato imballaggi più facilmente gestibili e riciclabili. L’evoluzione sostenibile dell’industria cosmetica punta ad aumentare le soluzioni di packaging ricaricabile, a svantaggio di prodotti monouso. La ricerca di materiali e soluzioni di design adatte offre ancora ampi spazi di manovra, e il packaging refillable sarà sicuramente un elemento chiave per lo sviluppo futuro.

img 5

TI è PIACIUTO QUESTO ARTICOLO?

Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità dell'industria cosmetica e ricevi contenuti personalizzati ai tuoi interessi.
 

REGISTRATI ORA


Share article:

Un evento di
In collaborazione con
Con il supporto di
Certificato da

COSMOPROF WORLDWIDE BOLOGNA - Made by BolognaFiere Cosmoprof S.p.a. - Registered office: Via Maserati 16, 40128 Bologna (Italy) - R.E.A. 1766978
© 2024 All rights reserved - BolognaFiere Cosmoprof - Privacy Policy - Cookie Policy - TERMINI D'UTILIZZO
Segnalazioni - Modello ex D.LGS 231/2001 e Codice Etico

Designed with by ArchiMedia host: 172.31.40.82 - you: 3.236.142.143

Seguici
Caricamento in corso...